La spesa “in cassetta”: 4 box vegetali da provare

Cos’hanno fatto gli italiani durante il lockdown? Un sacco di acquisti online, a quanto pare. Secondo una ricerca dell’Osservatorio Consumi di Payback durante il primo mese di lockdown l’e-commerce di food&wine ha registrato un balzo in avanti del 227% (con punte di oltre il 300% di crescita per i siti specializzati in alcolici… bisognava pur passarsi il tempo in qualche modo). Ma non tutta la spesa (a volte) compulsiva online viene per nuocere.

 

Questi mesi hanno fatto riscoprire a molti italiani la possibilità di ordinare la spesa di frutta e verdura da produttori locali: non si poteva andare a fare la spesa dal contadino, ma il contadino arrivava a casa. E così molti aficiodanos del supermercato hanno riscoperto il piacere di farsi arrivare cassette fresche direttamente davanti alla porta, saltando ore di coda e riscoprendo la bellezza dei prodotti di stagione.

 

 

Ecco 4 consigli cassette di frutta e verdura da ricevere a casa – perché la vita è troppo breve per mangiare zucchine a dicembre. E se all’inizio può risultare un po’ straniante trovarsi davanti una cassetta piena di frutta e verdura che non si è mai vista, a volte nemmeno sentita nominare – “Strigoli? Sicuri che si possano mangiare?” – alla fine la soddisfazione è tanta, per tutta la creatività che si ci mette nel cucinarle e tutti i sapori che si scoprono.

 

Local To You

Una piattaforma che raduna tre cooperative sociali che svolgono attività di inserimento lavorativo per persone svantaggiate. I prodotti sono tutti biologici e biodinamici: frutta e verdura sì, ma anche deliziosi formaggi, creme spalmabili, piadine artigianali, birre locali…

Dove: Bologna e provincia

 

portaNatura

I prodotti vengono da cascine biologiche e biodinamiche, il funzionamento è lo stesso: ordini una cassetta – di sola frutta o sola verdura oppure mista, in varie dimensioni – e la ricevi a casa nel giorno e nell’orario stabilito. Con possibilità di aggiungere molti altri prodotti al proprio carrello.

Dove: Milano, Torino, Genova, Novi Ligure e Alessandria

 

 

Cortilia

Gli antesignani della “spesa del contadino” a casa. 2500 prodotti artigianali da oltre 200 produttori, ordinabili dal sito o dalla app, con la possibilità di fare un abbonamento di cassette che arrivano a casa ogni settimana o ogni 15 giorni. Attenzione: ormai è così richiesto che è consigliabile ordinare la spesa con molto anticipo.

Dove: in Nord Italia

 

 

Retrodelivery

Reinventarsi, in questo momento storico, sembra diventata la parola d’ordine. E così durante il lockdown Retrobottega, giovane e creativo ristorante romano, ha creato un’originalissima delivery che ha poi preso vita propria: “kit” per costruire i loro piatti a casa, ma anche box di frutta e verdura, pasta, pane, vini e molto altro.

Dove: Roma

Giorgia Cannarella
Giorgia Cannarella

Bolognese per nascita e per scelta, vincitrice del premio miglior food writer per Identità Golose, scrive di cibo e tutto quello che gli ruota intorno

Ancora nessun commento

Lascia un commento

Your email address will not be published.